Tuesday, January 9, 2018

I pregiudizi

I PREGIUDIZI SECONDO NOI…


CLASSE 2B  I.C. CORNIGLIANO


Avere un pregiudizio vuol dire non accettare la differenza delle persone diverse da te e questo provoca situazioni ingiuste, gravi e razziste. Secondo me avere dei pregiudizi è una cosa sbagliata e insensata perché non bisogna giudicare una persona da come si veste, dalla religione che professa, dal suo modo di essere o dalle sue usanze, ma bisogna rispettarla e apprezzarla. I principali pregiudizi di questo tempo riguardano gli immigrati, i Rom, gli omosessuali, ecc.

Per me avere dei pregiudizi vuol dire giudicare senza conoscere e cioè giudicare per la carnagione, etnia, religione o molto altro. Vuol dire essere criticato e generalmente le persone criticano quelle ritenute più deboli.

Avere dei pregiudizi vuol dire giudicare una persona prima di conoscerla o avere dei pensieri basandosi solo su voci.

I pregiudizi esistono da molto tempo, fin dall’antichità, fino ad arrivare al nostro tempo, ad esempio il razzismo.

Ci sono pregiudizi contro i gay, perché a noi sembra strano vedere baciarsi due uomini o due donne oppure nei confronti delle religioni, quando a noi sembra strano che una persona porti il velo.

Ognuno è libero di essere come vuole. Noi non siamo nessuno per giudicare, non siamo Dio.


I pregiudizi sono giudizi fatti prima di conoscere una situazione. In particolare il pregiudizio è un’opinione pensata su voci non verificate e quindi non certe. Possono avere delle conseguenze del tipo: calo dell’autostima e adozione di comportamenti autolesionistici. La persona si sente “un fallito” e rinuncia anche al tentativo di impegnarsi. Tutto questo porta alle cosiddette disuguaglianze tra le persone.

No comments:

Post a Comment